Trussardi alla Scala
C’è Tomaso Trussardi al citofono. Ha una pizza cacio pepe e ricci di mare.

Il food delivery in stile Trussardi 

Durante il lockdown globale, un momento in cui nel mondo spopola l’hashtag #staiacasa, il settore della ristorazione ha deciso di puntare tutto sul delivery.

Per la ristorazione questa emergenza ha significato la chiusura totale. In risposta a questa situazione anche il ristorante stellato Trussardi alla Scala ha deciso di riprendere la sua attività inaugurando il servizio di asporto.

La nostra collaborazione con il famoso ristorante milanese è iniziata per comunicare il lancio di questo nuovo servizio.

Se prima era l’eleganza a fare da padrone, ora Tomaso Trussardi si è riappropriato del profilo Instagram puntando all’inclusività come suo valore principale. 

Il nuovo tono di voce del brand

Un tone of voice reale: quello di Tomaso Trussardi

Il nuovo tono di voce che abbiamo dato al profilo è realistico e vicino alle persone.

Il profilo di Trussardi alla Scala è tutto meno che curato e pre-impostato, ed è diventato il vero e proprio backstage del ristorante, coinvolgendo i suoi follower come mai prima d’ora.

Sul feed del ristorante milanese sono comparsi gli screenshot della chat WhatsApp di Tomaso Trussardi che chiedeva di evitare “roba noia” o “pettinata”, i messaggi di Michelle Hunziker che minaccia di smontare le ricette dello chef stellato, delle challenge che sfidano gli utenti a ricreare gli hamburger del ristorante con gli ingredienti del delivery; nelle storie, i repost di Tomaso che sul suo profilo Instagram spiega i piatti del menù, i video delle consegne a domicilio fatte da Tomaso con la Panda Trussardi e richieste di consigli sui nuovi piatti da inserire nel delivery.

La consegna in live streaming a Fabio Rovazzi

Il delivery? Live e on board anche personaggi famosi

Per aumentare la visibilità della campagna abbiamo fatto consegne in live streaming come quella a Fabio Rovazzi (che a sua volta era live su Twitch), pubblicato storie di influencer come Tommaso Zorzi e Paola Turani che ricevono la cena, e mostrato i tutorial e le sfide in cucina tra Michelle Hunziker e Aurora Ramazzotti.

 

Amplificazione dell’attività tramite i canali di Fiat Italia

Durante la prima settimana di lancio del delivery le consegne sono state fatte da Tomaso Trussardi in persona, a bordo della Panda Trussardi: da qui è nata l’opportunità di interazione tra i profili dei due brand.

La collaborazione con Fiat Italia attraverso Panda

Abbiamo quindi collaborato con Fiat Italia per ideare una strategia che potesse amplificare il lancio della nuova attività di delivery di Trussardi alla Scala e coinvolgere un pubblico ancora più ampio.

Con Fiat Italia abbiamo pensato di creare un “botta e risposta” tra i suoi canali social e quelli del ristorante, in modo da coinvolgere e creare interesse nelle fan base di entrambi i brand.

Fiat si è inserita nella campagna di comunicazione per il lancio del delivery creando storie in cui risponde ai post di Trussardi, ripostando video e scatti di Tomaso mentre fa le consegne per il ristorante sulla Panda.

Più di 8.000 persone si sono collegate al sito per farsi consegnare la cena a casa da Tomaso.

La community attorno al ristorante stellato è cresciuta in maniera significativa: la campagna di lancio del delivery ha raggiunto 34 mila persone e il profilo di Trussardi alla Scala è stato visualizzato da una media di 18,5 mila utenti.

Numeri e KPI

  • +8K
    Visite all’e-commerce
  • +34K
    Persone raggiunte
  • +18k
    Visite al profilo